Consigli per creare un logo

Consigli Creare Logo • Grafico Roma Claudio Troisi

Durante gli anni di lavoro come designer l’esperienza sul campo mi ha fatto apprendere nuove nozioni imparando dai miei errori, per salvarti dal fare altrettanti errori, ecco i alcuni consigli per creare un logo.

Un logo non ha bisogno di mostrare ciò che una società fa

Logo Apple

Il logo di un ristorante non ha bisogno di mostrare del cibo, un logo di un dentista non deve indicare necessariamente i denti, il logo di un negozio di mobili non sarà rappresentato da mobili! Benché sia rappresentativo, non significa che non si possa fare di meglio.

Il logo della Mercedes non è una macchina. Il logo di Apple non è un computer. Tanto per fare alcuni esempi!

Un logo non ha sempre bisogno di un simbolo

A volte un cliente ha solo bisogno di un wordmark professionale per identificare il proprio business. Non abbiate paura di chiedere quello che pensano.

Processo a due direzioni

Le cose non sempre potrebbero andare come si spera. Il cliente potrebbe volere un lavoro che non ti entusiasma. Se ciò dovesse accadere, dai loro ciò che desiderano e successivamente presentagli un’alternativa che ritieni essere migliore. Ci saranno meno probabilità che siano ostici nelle scelte.

Creare un logo

Investi in un logo vincente!

Hai bisogno di un logo moderno e accattivante oppure vuoi dare nuova vita al tuo vecchio logo, scrivimi e troveremo insieme una soluzione.

CLICCA QUI

Picasso ha iniziato da qualche parte

Non c’è bisogno di essere un artista per realizzare lo schizzo di un logo. Le idee possono fluire più velocemente utilizzando carta e penna piuttosto che mouse e monitor.

Sottostima = fuori consegna

Se non siete sicuri di quanto tempo sia necessario per completare un progetto, stimate una tempistica maggiore. I progetti di design sono come i lavori di costruzione, si uniscono vari piccoli elementi per formarne uno più grande, le battute d’arresto possono sorgere in qualsiasi momento.

Lascia le tendenze per l’industria della moda

Le tendenze vanno e vengono, quando si parla di cambiare un paio di jeans o acquistare un vestito nuovo questo va bene, ma riferendosi all’identità del brand la longevità è la chiave.
Non seguire il branco! Fallo risaltare.

Prima lavora in bianco/nero

Lasciando il colore alla fine del processo, ti concentrerai sull’idea. Nessuna sfumatura o quantità di colore salverà un marchio mal progettato.

Un logo semplice è facile da riconoscere

Mantenere il design semplice permette la flessibilità in termini di dimensioni. Idealmente, il vostro logo dovrebbe funzionare da un minimo di circa un centimetro, senza perdita di dettagli. Guardate i loghi di grandi aziende come Mitsubishi, Samsung, FedEx, BBC i loro loghi sono semplici e per questo sono più facili da riconoscere.

Lascia il tuo cliente con una sola cosa da ricordare circa la progettazione. Tutti i loghi forti hanno una sola caratteristica per aiutarli a distinguersi. Non due, tre, o quattro. UNA!

Autore

Claudio Troisi

Facebook

Logo&Brand Designer, freelance dal 2012. Rugbista semiserio, amante della buona cucina e della birra artigianale. Nel lavoro, come nel rugby, vado sempre avanti, dritto verso la meta. Credo fortemente che la vita vada presa con un sorriso e ogni tanto con qualche spallata. Vivo e lavoro a Roma benché le opportunità mi portano in giro per l'Italia.

Articoli correlati

condividi